MEGA BAND - MEGA FLOP

Gli ultimi in ordine cronologico a deludere sono stati i Grand Supreme Blood Court (gli Asphyx col vecchio Eric Daniels) che con il loro primo full length hanno messo bene in mostra la loro più totale inutilità difronte ad un Deathhammer che questo Bow Down Before the Blood Court se lo mangia a colazione. Una prestazione veramente ridicola nel confronto della band "originale", una copia Made in China, ma tant'è che il nome di chi c'è dietro è più forte di ogni pregiudizio e sarà largamente apprezzato, ma per chi scrive un'altra band formata da Van Drunen e soci è troppo, gli Hail of Bullets si tengono bene a galla e hanno carisma, qui invece che il carisma troviamo un tenero tentativo di ripercorrere i giorni che furono ma che non saranno più.


Come non ricordare i Meshuggah che con Koloss quest'anno hanno fatto passare sopra le nostre palle un paio di carri armati. La staticità e la monotonia del lavoro non che la sua larga autocitazione lo rende IL flop per ora del 2012. Canzoni come Demiurge possono benissimo fare da ninna nanna e se The Demon's Name Is Surveillance è una Hit provate a risentire Bleed e a trovare le assonanze. La batteria, sempre punto distintivo della band, qui da il peggio di se in passaggi che durano MINUTI senza variare MAI.


Quello che invece mi aspettavo, come flop, è puntualmente arrivato, con l'ennesimo cd di casa Municipal Waste a dirci "birra birra, mostri, zombi, radiazioni". Ora basta ragazzi, ora non siete più divertenti, l'appeal dei primi 2 cd è ben lontano e la vostra stessa marcia in più l'avete persa nel passato lavoro. La noia, la banalità e un pensiero di suicidio percorrono l'ascolto di un cd che ha senso solo se messo su una playlist Thrash Metal durante il concerto di qualche altra band.



1 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...