Maelstrom - Change of Season


Label : Genetic Trance (NetLabel)
Year : 2012
Genre : Post Metal/Shoegaze
Sentence : please, stop. [3.0]

Underrated Albums torna agli albori di un tempo...

Non ci credo, pensavo non fosse vero ed invece è arrivato.
Fare una copertina così è da principianti, la faccio anche io, una foto, un font, costo zero. Fortuna che si è risparmiato sull'artowork per puntare sulla produzione, poco nitida ma efficace.
Tutto questo è un maldestro tentativo di imitare Alcest e company, un errore sulla strada della evoluzione.
Maelstrom (che fantasia) è una one man band di un ragazzo/uomo di Firenze che decide di prendere con se la chitarra acustica e di scrivere questo Change of Season (altro nome sbalorditivo), ma gli altri titoli del lavoro sono spassosissimi : Winter Snow, Summer Breeze, Waiting for the Spring... la conoscenza dell'inglese pare stia sotto il livello dello zero, ciò è dimostrato da un cantato puramente madre lingua (quindi a che serve il titolo in inglese?).
Va bene, continuiamo la disamina, musicalmente parlando quello che colpisco è la ripetitività delle strutture e delle parti, tutte le canzoni a parte Winter Snow seguono la medesima struttura col medesimo tipo di riffing, con le medesime parti cantante. Winter Snow fa eccezione ma essa è ripetitiva di suo, non servono altre canzoni clone. Altro buco nero del cd è la monolitica title track di 29 minuti, una rottura di coglioni spaventosa.

Premettendo che apprezzo il Post Metal e lo Shoegaze ribadisco in altri modo di non odiare o essere un hater trve old school metal.

Il top viene dalle liriche, dovrebbero veramente censurare certe opere, basta, stop, non siete dei poeti, i vostri versi liberi sono solo parole messe a caso, non c'è un filo logico e non c'è una vera intonazione.
Dalla pagina Facebook e dall'ascolto si evincono tematiche prettamente esistenziali e da questo punto mi viene il colossale sospetto che questo Change of Season non sia altro un cd che l'autore abbia fatto per se stesso perchè solo lui FORSE lo può capire, altrimenti mi dovrebbe spiegare un verso come : "che frastuono di colori, questa confusione mi distende i nervi" fa bello scriverlo e non ha un senso oppure è una forma ermetica di scrittura a me non nota?

"la cosa più dignitosa che possiamo fare è resuscitarci" Dato per scontato che non possediamo la capacità di respawn che dignità c'è nel resuscitarci? Ma che cazzo significa?
Ma la perla delle perle, il top del top, quello che nemmeno Bob Giacobbo di Voyager potrebbe spiegare con teorie sugli alieni è

Lo senti il vento? Il treno si avvicina ti porterò a vedere la seconda luna. Molte cose inutili ci sono a Londra. 

Non sono degno di cotanta arte.



15 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...